Spaghetti alla chitarra risottati con gamberoni e vodka

Il piatto che vorrei proporvi oggi arriva direttamente da voi. Un caro lettore (G.) ha voluto gentilmente trascrivermi la ricetta di uno Chef di un ristorante di Venezia.

Per non fare una copia esatta del piatto originale, l’ho modificato leggermente secondo i miei gusti, rendendo i passaggi un po’ più semplici. Il risultato sarà una pasta cremosa, dai sapori intensi e avvolgenti.

Vi assicuro che vi leccherete i baffi! E se ne avete voglia, inviatemi le vostre ricette! 

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di spaghetti alla chitarra,
  • 300 g di pomodorini datterini,
  • 16 gamberoni,
  • 1 bicchierino di vodka,
  • 1 peperoncino,
  • 1 spicchio d’aglio,
  • 1 costa di sedano (tritata),
  • 1 carota (tritata),
  • 1 cipolla (tritata),
  • prezzemolo fresco,
  • sale di Cervia,
  • olio evo

Per prima cosa pulite i gamberoni, privateli della testa, del carapace e del loro budello nero situato sul dorso.

Con gli scarti preparate il fumetto di pesce. Mette a rosolare in una casseruola le teste (a cui avrete tagliato gli occhi) con una costa di sedano, la carota, la cipolla e due cucchiai d’olio. Dopo circa 5 minuti coprite con 2 litri d’acqua fredda e lasciate sobbollire (mai bollire!) per 40 minuti. Di tanto in tanto togliete la schiuma e le bolle che si formeranno sulla superficie.

Tagliate i pomodorini a metà, fateli rosolare a fiamma vivace con un filo d’olio, il peperoncino e l’aglio. Quando risulteranno teneri, salateli e teneteli in caldo.

Scaldate molto bene sul fuoco una padella grande e antiaderente, adagiatevi sopra gli spaghetti alla chitarra, muoveteli per qualche secondo e versate 3 mestoli di fumetto insieme alla vodka.

Procedete con la cottura come per un risotto, aggiungendo di tanto in tanto il fumetto. Normalmente il tempo di cottura per una pasta risottata è un pochino più lungo, ci vorrà qualche minuto rispetto al tempo indicato sulla confezione.

A due minuti dalla fine, aggiungete i pomodorini, i gamberoni, il prezzemolo tritato e un filo d’olio, saltate la pasta e servite. Bon appétit!

 

 

Published by

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...